Investimento: Lavanderia Automatica

Per chi cerca un secondo lavoro per avere un secondo introito ma non ha molto tempo da dedicare alla nuova, oppure non ha un lavoro e vuole investire in un mercato florido e redditizio, aprire una lavanderia self service è la scelta giusta. Spese di investimento contenute e costi fissi programmabili, e ottimi profitti..

Ottenere profitti con una lavanderia a gettoni
Come ogni attività imprenditoriale, anche l’apertura di un lavanderia self service, per l’imprenditore ha un unico e indispensabile scopo: quella di generare profitti.

Questo tipo di attività ha però dei vantaggi esclusivi:

– Minimi impegni in termini di tempo;
– Zero spese per il personale;
– Un solo costo fisso di notevole importanza: l’energia elettrica, che comunque può essere ottimizzata attraverso l’utilizzo di innovativi sistemi di lavaggio che permettono un risparmio evidente sulla bolletta della luce.

Non esistono molte attività che permettono di guadagnare in questo modo.

L’offerta ai clienti
La lavanderia automatica offre un servizio ai cittadini, molto apprezzato per comodità, efficienza ed economicità.

Le persone si affidano ad una lavanderia automatica quando devono lavare capi particolari (coperte, piumoni, giubbini e cappotti ad esempio) o per fare meno lavaggi, infatti il carico di una lavatrice a gettoni è superiore alle lavatrici domestiche, o perché non hanno spazio in casa o soldi per acquistare una lavatrice tradizionale.

Inoltre, il livello di pulizia, la qualità del lavaggio e dell’asciugatura delle lavatrici a gettoni è nettamente superiore a quello delle lavatrici e asciugartici domestiche.

Lavanderie automatiche due tipologie: tradizionali e a vapore
Anche la scelta del tipo di macchinari da utilizzare nell’apertura di una lavanderia a gettoni è importante, optare per un sistema più nuovo ed innovativo, garantirebbe all’imprenditore maggiori guadagni dati dal risparmi di consumi di energia elettrica e al cliente finale un servizio migliore per una qualità di lavaggio e asciugatura ad altissimi livelli.

– Gli impianti tradizionali: generalmente per generare il tanto calore utile a riscaldare l’acqua di lavaggio delle lavatrici e la camera di asciugatura degli essiccatori, è necessario un grande consumo di energia elettrica. Questo fatto si traduce in costi più elevati per l’imprenditore e riduzione dei margini di guadagno, in più a causa dei massimali imposti dalle società di fornitura di energia elettriche, rende impossibile superare un numero ridotto di lavatrici ed essiccatori, e dunque meno macchine, meno lavaggi, meno asciugature, meno clienti, meno guadagni.

– Gli impianti a vapore: per ovviare alle limitazioni imposte da un sistema di lavanderia automatica tradizionale esistono degli innovativi e nuovissimi impianti di lavaggio e asciugatura a vapore. Una metodologia di riscaldamento che supera ampiamente le prestazioni degli impianti elettrici e garantisce lavaggi e asciugature perfette con una spesa minore. Questa tecnologia è basata su una caldaia a gas che riscalda l’acqua da mandare in circolo nell’impianto e genera vapore sia per gli essiccatori che per le lavatrici, ottimizzando al massimo il risparmio energetico. È possibile affiancare alle lavatrici ben nove essiccatori, aumentando dunque i cicli di lavaggio e il numero di clienti!

Per maggiori consigli visita http://www.dry-tech.it

Investimento: Lavanderia Automatica