Minare bitcoin? Il pc è sufficiente?

Il bitcoin è la criptovaluta che è sulla bocca di tutti, uno strumento che è al 100% digitale e che può essere un ottimo metodo di investimento (con le dovute informazioni).

 

I Bitcoin non sono presenti fisicamente come euro e dollari, è una moneta solo digitale, quindi una criptovaluta, che non può essere disponibile come banconota o moneta. Per poter ottenere il bitcoin il metodo più semplice è diffuso consiste nell’operazione di minino. Ma che cosa significa?

 

Il minino consiste nell’attaccare i dati protetti con crittografia per mezzo del proprio pc. Il mining è il metodo che viene usato dal sistema delle criptovalute per l’emissione delle valute stesse. In sostanza la rete bitcoin memorizza all’interno delle strutture di dati tutte le transazioni.

 

Per poter aggiungere un blocco alla catena di blocchi di bitcoin è necessario che il computer ‘chiuda’ il blocco con un codice che impedisce ogni modifica futura. L’operazione in questione comporta una ricompensa (una certa quantità di bitcoin). In sostanza, questa operazione è chiamata mining, termine che richiama il ‘minare’ dei minatori alla ricerca delle pepite d’oro. Ma un semplice pc è sufficiente per minare i bitcoin oppure no?

 

Non si tratta per nulla di una domanda banale, che spesso viene trattata nelle news di Bitcoin ,  perché occorre avere un pc potente per poter fare un’operazione di questo tipo.

 

Un pc normale potrebbe fondersi (e non in senso metaforico) perché la potenza di calcolo richiesta per fare mining è davvero elevatissima, di conseguenza bisogna fare attenzione al tipo di supporto che si utilizza per questo genere di operazione. Per fare mining sono richiesti macchinari potenti, un investimento economico (anche per la luce elettrica) per la potenza che essi richiedono. Un pc normale può essere adatto per fare mining? La risposta è: probabilmente no, meglio orientarsi su prodotti ad hoc ed estremamente potenti per un lavoro di questo tipo.

 

Pc adatti per minare bitcoin

 

Quando si fa mining di bitcoin è necessario usare un dispositivo che può avere una relazione buona di hashrate e consumo elettrico. L’hashrate è l’unità che misura la potenza di elaborazione della rete bitcoin: la rete deve fare dei complicati calcoli per ragioni di sicurezza e quando l’bash è di 10 TH7s allora la potenza di calcolo è di 10 milioni al secondo. Maggiori sono i calcoli che il processore fa, migliore la possibilità di ottenere bitcoin.

Ci sono dei marchi che hanno concepito e progettato dei pc pensati esclusivamente per il mining di criptovaluta. Ad esempio Bitmain ha progettato un pc che ha una capacità di calcolo enorme di 13,5 TH al secondo, l’Antminer S9 Il prezzo è sui 1300 dollari, uno dei pc più economici per minare bitcoin. Esistono anche pc molto più costosi e dotati di una potenza di calcolo estremamente maggiore, che consentono di poter minare bitcoin in maniera ancora più sicura e con meno problemi. Quindi no, un pc normale non può sostenere la potenza di calcolo che richiede questa operazione e bisogna orientarsi su prodotti ad hoc, valutando benefici e costi di un’operazione di questo tipo.

 

Minare bitcoin? Il pc è sufficiente?